SCHEMA PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO

Torna all'indice della modulistica


 


Committente .........................
Lavori ...................................
Ubicazione del cantiere ...........


Il coordinatore per la progettazione ................... 

 

PARTE GENERALE


1 Identificazione del cantiere
Lavori: ..........................................................
Indirizzo: .......................................................
Comune: .......................................................
Provincia: .....................................................
Concessione edilizia: .......................................
Telefoni cantiere: ...........................................
Inizio lavori: ..................................................
Fine lavori: ....................................................
Durata in giorni ...............................................
Calendario: ....................................................
Numero massimo lavoratori in cantiere: ................
Descrizione dell'opera: ......................................

2 Caratteristiche dell'opera

2.1 Premessa
Il presente "PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO", ha lo scopo di conseguire la sicurezza nei riguardi degli infortuni sul lavoro, al fine di garantire l'incolumità fisica di tutti i lavoratori del cantiere compresi anche gli addetti delle eventuali imprese subappaltatrici. I contenuti del presente elaborato con i suoi allegati costituiscono il Piano di Sicurezza e Coordinamento così come previsto dall' art. 100 del D.Lgs. 81/2008. Il presente piano è costituito da: 
PARTE GENERALE 
CHE INDIVIDUA, LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA, I SOGGETTI COINVOLTI, LE LORO RESPONSABILITA' E COMPETENZE, I RISCHI INTRINSECI, I RISCHI TRASMESSI, L'ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE, LA SEGNALETICA, I NUMERI TELEFONICI UTILI, GLI ALLEGATI, UNA STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA
PARTE RELATIVA ALLE LAVORAZIONI DA SVOLGERE 
CHE INDIVIDUA LA SUDDIVISIONE DELLE ATTIVITA' LAVORATIVE, LE FONTI DI RISCHIO NELLE VARIE ATTIVITA' CON LE CONSEGUENTI PREVENZIONI, UN CRONOPROGRAMMA DEI LAVORI, UN ELENCO DI SCHEDE RELATIVE ALLE ATTREZZATURE, SOSTANZE E ATTIVITA' (individuate nelle fasi) CONTENENTI I RISCHI, LE MISURE DI PREVENZIONE ED I DPI NECESSARI, 

2.2 Natura dei lavori
(decrizione generale dei lavori previsti dal progetto)

2.3 Descrizione dettagliata dei lavori
(decrizione dettagliata dei lavori suddivisa per tipologia e/o ubicazione con cenni sulle principali caratteristiche delle attività da svolgere ai fini della sicurezza nel cantiere)

2.4 Vincoli connessi al sito
(decrizione generale dei principali vincoli connessi alla sicurezza ai quali sarà sottoposta l'impresa esecutrice e relativi riferimenti normativi, in particolare sono da segnalare i vincoli di carattere non ordinario)

2.5 Clausole contrattuali
(obblighi di carattere generale a cui l'appaltatore si deve attenere quali: nomina e coinvolgimento dei soggetti previsti dalle norme, redazione di documenti, obblighi inerenti le norme sui subcontratti, partecipazione alle riunioni, disciplina nella conduzione del cantiere, ecc)

3 Soggetti - Responsabilità

3.1 Soggetti coinvolti
(elenco generale dei soggetti individuati dalle norme e relative responsabilità, quali: Committente, Responsabile dei Lavori, Coordinatore in fase di progettazione, Coordinatore in fase di esecuzione, Progettista, Direttore dei lavori, Datore di lavoro, Direttore di cantiere, Capocantiere, Lavoratore, Lavoratore autonomo, ecc.)

3.2 Figure del committente
(Elenco nominativo delle figure del committente coinvolte nell'appalto)

3.3 Progettisti
(Elenco nominativo dei progettisti e relative responsabilità)

3.4 Imprese Esecutrici
(Individuazione delle varie ditte esecutrici e relativi elementi informativi, da compilare durante l'esecuzione dei lavori)

(NOME DITTA)
Oggetto appalto: ..............................
Indirizzo: ..........................................
CCIAA: ............................................
Telefono: .........................................
Fax: ................................................
Posta elettronica: ..............................
Legale rappresentante: .......................
Direttore tecnico: .............................
Rappresentante dei lavoratori: .............
Medico competente: .........................
RSPP: ............................................
Addetti emergenza: ..........................
Assistente di cantiere: ......................
Capo cantiere: .................................
Capi squadra: ..................................

3.5 Gerarchia Appalti
(Descizione e struttura dell'appalto con classificazione dei soggetti esecutori secondo le specifiche competenze)

1 - Appaltatore 1: (NOME DITTA)
Oggetto appalto: ..............................

1.1 - subcontraente 1: (NOME DITTA)
Oggetto appalto: ...............…………………….

1.n - subcontraente n: (NOME DITTA)
Oggetto appalto: .................................

2 - Appaltatore 2 (Se previsti più contratti sul medesimo cantiere) (NOME DITTA)
Oggetto appalto: .........................

2.1 - subcontraente 1: (NOME DITTA)
Oggetto appalto: …………………………

2.n - subcontraente n: (NOME DITTA)
Oggetto appalto: .........................

4 Rischi intrinseci all'area del cantiere
(Informazioni, in particolare quelle inerrenti la sicurezza, relative al sito sul quale si svolgeranno i lavori, di cui si riporta una plausibile classificazione)

4.1 Caratteristiche geomorfologiche del cantiere
(Informazioni inerenti al terreno sul quale si svolgeranno i lavori, Morfologia del territorio, Caratteristiche del terreno, Falda, o in alternativa portanza delle superfici oggetto del lavoro, ecc.)

4.2 Opere Aeree
(Informazioni inerenti al sito sul quale si svolgeranno i lavori, relative alla presenza di strutture aeree interferenti, quali linee elettrice, telefoniche, strutture fuori terra, ecc.)

4.3 Opere interrate
(Informazioni inerenti al sito sul quale si svolgeranno i lavori, relative alla presenza di strutture interrate interferenti, quali linee elettrice, telefoniche, acquedotti, gasdotti, reti fognarie, gallerie, fondazioni, ecc.)

4.4 Presenza di agenti inquinanti
(Informazioni inerenti al sito sul quale si svolgeranno i lavori, relative alla presenza di emissioni inquinanti, quali aeriformi, agenti biologici, rumori, amianto, ecc.)

4.5 Interferenza con altri cantieri
(Informazioni inerenti la probabile presenza di cantieri concomitanti a quello oggetto del PSC e obblighi relativi.)

4.6 Strade
(Interferenza con la viabilità e relativi approntamenti da predisporre)

4.7 Piano di emergenza
(Misure da atture in caso di emergenza inerenti l'ambiente nel quale si sviluppa il cantiere. Ad esempio si dovranno evidenziare le misure previste dai piani di emergenza qualora il lavora si svolga all'interno di strutture dove sono già in corso attività)

5 Rischi trasmessi all'ambiente circostante
(Analisi dei principali rischi trasmessi dal cantiere all'ambiente circostante, di cui si riporta una plausibile classificazione, e relativi obblighi a carico dell'appaltatore)

5.1 Emissioni di rumori
(si dovrà effettuare un'analisi del rumore prodotto dal cantiere con studio delle squadre tipo e con riferimento a dati di carattere generale sulla rumorosità delle attrezzature)

5.2 Emissioni di gas o vapori
(ad esmpio dovuti all'impiego di motori a scoppio o sostanze particolari)

5.3 Emissioni di polveri
(ad esempio durante le operazioni di scavo o demolizione)

5.4 Rischio amianto
(solo nei casi in cui sia prevista la rimozione di manufatti in amianto)

5.5 Caduta di oggetti
(ad esempio nei casi di movimentazione con gru, autogru o nei lavori con l'impiego di ponteggi, ecc)

5.6 Rischi di incendio
(analizzare la possibile presenza di depositi di materiali combustibili)

6 Organizzazione del cantiere
(Analisi dei principali approntamenti del cantiere, di cui si riporta una plausibile classificazione, e relativi obblighi a carico dell'appaltatore)

6.1 Delimitazioni e vie di transito
(misure da attuare relativamente alla delimitazione delle aree di cantiere, segnalazioni da installare, struttura degli accessi e della viabilità di cantiere, ecc)

6.2 Servizi logistici
(installazione di baracche di cantiere, allestimento di locali uffuci, spogliatoi, servizi igienici, mense, dormitori, servizi vari di portineria, sorveglianza, ristorazione ecc)

6.3 Assistenza sanitaria
(allestimento di presidi sanitari permanenti, ricorso alle strutture pubbliche, obblighi inerenti gli accertamenti sanitari, misure di emergenza in caso di infortunio, ecc)

6.4 Aree di deposito
(modalità di allestimento aree di stoccagio dei materiali da costruzione, movimentazione e scarico dei materiali,modalità di smaltimento dei residui di laforazione e dei rifiuti in genere, ecc.)

6.5 Postazioni di lavoro
(modalità di allestimento delle postazioni di lavoro previste per il cantiere specifico quali: centrali di betonaggio, impianti di sollevamento, impianti di lavorazione del ferro, zone di prefabbricazione materiali vari, aree di pesatura, apparecchiature di controllo varie, ecc)

6.6 Impianti di cantiere
(modalità di allestimento degli impianti di cantiere quali impianti elettrici e di illuminazione, impianti di protezione dalle scariche atmosferiche, impianti di messa a terra, impianti di approvvigionamento idrico, impianti di smaltimento dei rifiuti, impianti di stoccaggio combustibili, impianti di ventilazione, ecc)

6.7 Misure di prevenzione incendi
(modalità stoccaggio dei materiali combustibili, modalitàdi allestimento degli impianti antincendio di cantiere, piano di emergenza, estintori presenti in cantiere, vie di fuga, ecc)

6.7 Norme di comportamento
(istruzioni relative al comportamento da tenere in situazioni particolari quali: utilizzo dei DPI, movimentazione dei carichi, informazioni ai lavoratori, infortunio, comportamento stradale, norme generali di comportamento dei lavoratori, provvedimenti a carico dei trasgressori, ecc)

7 Indirizzi e numeri di telefono utili
(elenco dei numeri di telefono utili nella conduzione del cantiere e in caso di emergenza)

8 Segnaletica di cantiere
(elenco dei segnali da posizioneare in cantiere e schemi tipo di utilizzo di più segnali in contemporanea quali quelli relativi al codice della strada o in corrispondenza a lavorazioni tipo)

9 Allegati e documenti
(elenco dei documenti da tenere in cantiere o da trasmettere al coordinatore o al committente, inerenti la gestione della sicurezza, eventuali fac simili di documenti da compilare)

10 Struttura del piano operativo di sicurezza (POS)
(recquisiti minimi dei POS da presentare a cura delle imprese esecutrici stabiliti dal Coordinatore per la progettazione)

11 Costi Sicurezza
(valutazione dei costi per la sicurezza non soggetti a ribasso d'asta, effettuata preferibilmente per via analitica con riferimento a prezziari standard)

LAVORAZIONI


La parte specifica del PSC sarà suddivisa in:
Cronoprogramma delle fasi lavorative 
(diagramma di Gant delle fasi di lavoro sche si svilupperanno in cantiere con evidenziate le fasi coordinate)
Elenco delle fasi di lavoro
Ciascuna delle fasi di lavoro dovrà contenere almeno i seguenti elementi:
    - descrizione della fase di lavoro
    - durata/uomini giorno
    - matrice di rischio
    - attrezzature utilizzate
    - sostanze utilizzate
    - Analisi dei rischi suddivisi in intrinseci e trasmessi ad altre fasi, delle misure di prevenzione relative e dei dispositivi di protezione da attuare
    - prescrizioni particolari
Schede delle attrezzature
E' opportuno che siano riportate schede tipo delle attrezzature già elencate nelle fasi di lavoro riportanti analisi dei rischi, delle misure di prevenzione e dei dispositivi di protezione da attuare
Schede delle sostanze impiegate
E opportuno che siano riportate schede tipo delle sostanze già elencate nelle fasi di lavoro riportanti analisi dei rischi, delle misure di prevenzione e dei dispositivi di protezione da attuare.